You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
USD
  • Il carrello è vuoto!

Saldi stagionali in Italia

Saldi estivi 2020, c’è la data ed è uguale per tutta Italia

Per la prima volta la data di inizio dei saldi estivi sarà uguale per tutta Italia: il 1° agosto 2020. I tre mesi di lockdown, con la chiusura forzata dei negozi, ha riversato gran parte degli acquisti online, aumentando il traffico, da inizio pandemia, dell’80 per cento (secondo l’ultima indagine condotta da Nielsen).

E non stupisce quindi che, a pochi giorni dalla riapertura degli store, la decisione ufficiale sia stata quella di rimandare gli sconti estivi per consentire ai negozi di recuperare parte delle vendite a prezzo pieno.

A decretarlo è stata la Conferenza delle Regioni presieduta da Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna, che per tutelare gli interessi delle aziende e dei commercianti ha assecondato la richiesta dalla Federazione moda Italia-Confcommercio stabilendo di posticipare la stagione dei saldi, che storicamente prendono il via la prima settimana di luglio.

Ovviamente non tutti sono d’accordo: alcuni negozianti avrebbero preferito che, vista la situazione, non solo si anticipasse, ma addirittura si dilatasse la stagione degli sconti. In pratica, un “saldi liberi” esteso per tutta l’estate.

Due regioni in particolare vorrebbero gli sconti da subito, Lazio e Sicilia, ma altre potrebbero seguire a ruota, di fatto andando contro la decisione della Conferenza delle regioni.

Ma comportamenti disomogenei tra Regioni potrebbero provocare alcuni problemi, primo fra tutti l’eventualità che i consumatori, attirati dai forti sconti, si spostino nelle regioni dove i saldi sono stati anticipati. E gli spostamenti, lo ricordiamo, anche se consentiti sono fortemente sconsigliati.

Al momento, comunque, la situazione è questa: i saldi estivi 2020 iniziano il 1 agosto, per finire probabilmente in ottobre. Allo stesso tempo i saldi invernali verranno posticipati, si dice, a febbraio (e non gennaio come al solito).

di SIMONA SIRIANNI (VF)


CI SONO DUE PERIODI DEI SALDI IN ITALIA

Da luglio a settembre (svendita della collezione primavera-estate) e da gennaio a marzo (svendita della collezione autunno-inverno)

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro

Chi non lavora non fa l'amore © A. Celentano
Il postulato sul lavoro è dichiarato nell’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana (originale qui)
Che c’entra tutto questo?
È che in Italia vengono applicate con successo gli articoli della Costituzione relativi alla tutela dei lavoratori, della salute delle loro famiglie, educazione dei bambini, previdenza sociale dei pensionati e di altre norme democratiche. È inoltre ben collaudata la lotta con i monopolisti e avventurieri nel commercio. Nel 1998 il governo italiano ha approvato la legge, che disciplina la formazione dei prezzi e i periodi dei saldi. La durata dei saldi invernali ed estivi in varie regioni italiane è rigorosamente limitata ed è disciplinata dalla menzionata Legge, mentre loro inizio viene stabilito dalle Autorità locali.
- Che cosa dà questa legge ai produttori?
- Una stabile domanda e la vendita di tutta la merce.
- Che cosa dà questa legge ai commercianti?
- Un commercio tranquillo durante l’anno e smercio delle rimanenze garantito alla fine della stagione.
- Che vantaggio ne hanno i clienti?
- Possono risparmiare quando iniziano i saldi!